Un anno fa, la bella Elena Jung ci ha confessato il suo desiderio di voler diventare una conduttrice televisiva, dicendo che era il suo lavoro dei sogni, e quest’anno ha dimostrato che i sogni si avverano.

Recentemente, Elena Jung è diventata la nuova condutrice del canale TV CMC per il programma musicale Top 30 e ha iniziato attivamente la sua storia televisiva. In una breve conversazione telefonica, ci ha espresso tutto il suo entusiasmo.

LA CHIAMATA

– Due mesi fa ho ricevuto una chiamata che ho ottenuto il posto di lavoro alla CMC. Sono venuto lì e ho registrato una trasmissione di prova e, visto che è andato tutto bene, ho firmato il contratto con loro ed ora sono una conduttrice ufficiale di CMC Television.

REALIZZAZIONE DEL SOGNO

– È una sensazione indescrivibile quando si realizza un sogno, specialmente se ci si lavora a riguardo. Da quando sono entrata nel mondo della moda, in qualche modo sono sempre stata attratta dalla televisione e ci ho indirizzato tutti i miei sforzi e desideri. Questo è molto meglio di quello che avevo immaginato. Ho un grande team in CMC che mi aiuta molto. Questo è il mio primo lavoro nel mondo televisivo. Fin dal primo giorno mi trattano come se fossimo una piccola famiglia, una piccola comunità. Finora ho uno trasmissione per la quale viaggio ogni settimana a Zagabria, ma quando ami qualcosa, niente non è difficile. Conduco la trasmissione Top 30, quindi sono anche collegata alla musica. Ero ospite al Festival di CMC dove ho incontrato persone davvero fantastiche e ho avuto la prima registrazione dal vivo con il gruppo Colonia. Di fronte alla telecamera mi sento molto rilassata. Lo adoro e mi ha aiutato molto il mondo della moda su cui sto ancora lavorando. Ognuno cerca sempre qualcosa di più grande, ma ora sono molto contenta di ciò che ho. La maggior parte delle mie coetane non ha l’opportunità di fare quello che ama, ma io posso farlo, e questa è una sensazione indescrivibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *