Avete fiducia in se stessi? State cercando scuse o definite degli obiettivi? L’atleta Jelena Vuković ha sempre avuto un solo obiettivo, di essere la prima o la migliore in quello che fa e ha davvero raggiunto il suo obiettivo più volte, come lo dimostrano i suoi successi sportivi.

La sua ambizione, accompagnata dalla fiducia in se stessa, la ha portato verso una posizione significativa nella Comunità sportiva della Regione Istriana, così come anche nel Comitato paraolimpico croato, sul che vi facciamo sapere di più attraverso le parole della leggenda vivente dello sport istriano.

SEMPRE PIÙ FORTE

– Sono diventato presidente della Comunità degli sport della Regione Istriana per persone disabili e rappresentante degli atleti su sedia a rotelle nel Comitato paraolimpico croato. Queste sono le funzioni che portano la responsabilità per il lavoro e la crescita degli atleti con disabilità. L’Unione Istriana si sta rafforzando. Abbiamo i migliori atleti e abbiamo portato lo sport istriano delle persone con disabilità dalla ricreazione all’apice di atletica leggera, bocce, ping-pong. Ci sono molte persone che vivono per lo sport ed è per questo che sono molto orgogliosa di ogni atleta con disabilità.

EFA

– Quando mi sveglio al mattino pronuncio la parola spirituale “Efa”, la gioia che posso alzarmi, andare a lavorare e vivere pienamente la vita, ogni giorno mi ritrovo ugualmente nella gioia e nel dolore, nel successo e nel fallimento perché puoi sempre scegliere se il bicchiere sarà mezzo vuoto o mezzo pieno. Io scelgo sempre quello mezzo pieno. Mi accende l’amore delle persone che mi stanno intorno ed il gioioso slancio della coda della mia cagna Retriever Dona.

LA PRIMA O LA MIGLIORE

– Quando ho iniziato a praticare lo sport, avevo solo un obiettivo, essere la prima o la migliore, e nulla è cambiato finora. Volevo essere la prima in Europa ed ero prima, volevo essere la prima in Croazia e lo sono diventata, ed ancora lo sono, volevo almeno una volta fare il record del mondo e lo ho fatto cinque volte. Oggi ho l’obiettivo d’andare per la quinta volta ai Giochi Paraolimpici e credo che lo farò.