Il cibo è l’elemento che ci dà l’energia per soddisfare i nostri obiettivi quotidiani. È molto importante in quale modo si introduce questo elemento nel corpo, nonché creare delle sane abitudini alimentari. Certi lo riescono a fare facilmente, mentre altri hanno bisogno di consulenza per la nutrizione, che a Parenzo si svolge grazie alla collaborazione dell’Istituto di Sanità pubblica e la Città Sana di Parenzo, la cui qualità di lavoro è stata qualificata con la firma di Loris Peršurić, il sindaco di Parenzo, con cui si sono concesse le risorse finanziarie.

La nutrizionista Katja Pilar fornirà la consulenza ai cittadini di Parenzo gratuitamente nel luogo della Città Sana e via il sito FB Savjetovalište za prehranu-Zavod za javno zdravstvo IŽ, telefono +3852529022 e +385993804545 e via e-mail savjetovaliste@zzjziz.hr.

Sull’importanza della collaborazione consolidata, ha parlato il sindaco Loris Peršurić, direttrice della Città Sana di Nataša Basanić Čuš. psicologhe della Città Sana Marijana Rajčević Kazalac e Tina Benčić ed i rappresentanti della Sanità pubblica Aleksandar Stojanović e Olga Dabović Rac.

Tina Benčić/ Marijana Rajčević Kazalac/ Nataša Basanić Čuš/ Loris Peršurić / Aleksandar Stojakovic / Olga Dabović Rac / Katja Pilar

Nataša Basanić Čuš

– Si tratta di una collaborazione di partnership e l’introduzione di una nuova dimensione e di un nuovo valore del Centro di consulenza di salute di Parenzo, che è operativo dal 2009 all’interno del progetto Città Sana. Collaborando con le istituzioni competenti, l’Istituto di sanità pubblica, le istituzioni accademiche e facoltà mediche, seguiamo costantemente le tendenze e fattori di rischio per la salute, ma anche da molti anni ci concetriamo sulla sana alimentazione, e posso dire che a Parenzo abbiamo imparato a lavorare in un team multidisciplinare per aiutare le persone nel miglior modo possibile. Siamo stati molto felici quando Katja Pilar, nutrizionista dell’Istituto di sanità pubblica, è venuta da noi e ben presto si sono riempiti tutti i suoi termini di consultazione poiché la nostra comunità è già sensibilizzata. Per noi significa molto avere a disposizione i medici di determinate specialità dell’Istituto di sanità pubblica.

Loris Peršurić

– Questo progetto è un segmento essenziale con cui si ottiene una miglior qualità di vita nella città. La Città pensa sempre alla salute dei suoi cittadini. La Città Sana ha stabilito i standard elevati a livello nazionale. Sono lieto che avremo un servizio di consulenza nutrizionale di qualità che aiuterà tutti i nostri cittadini. La nutrizione è oggi, da quello che ho potuto vedere, trascurata, non è così importante e non le si da sufficiente attenzione, mentre io la considero molto importante per la salute umana e, pertanto, la Città di Parenzo continuerà a sostenere la consulenza nella parte finanziaria e sono sicuro che i rappresentanti della Città Sana e dell’ Istituto della sanità pubblica lo sapranno fare bene.

Aleksandar Stojanović

– Parenzo è la settima città in cui stiamo svolgendo questo progetto perché abbiamo iniziato nelle città in cui tutto questo non era disponibile per gli utenti. Abbiamo iniziato con Pola per poi continuare con Rovigno, Pisino, Albona, Buie e Pinguente, e con Parenzo abbiamo completato la rete dei centri di consulenza. Questo è per il programma Parenzo semplicemente un aggiunta alle tendenze che sono già implementate nella città.

Olga Dabović Rac

– Con la rete di centri di consulenza nelle sette città d’Istria, abbiamo reso disponibile le consultazioni a tutti i nostri cittadini, con particolare attenzione ai bambini, ai scolari, agli adolescenti, ai giovani ed agli studenti. La nostra consulenza nutrizionale è l’esempio di buone pratiche in Croazia e rappresenta l’aggiornamento di tutti i nostri programmi. Come attività integrata dove, oltre a nutrizionisti, medici e diabetici, abbiamo incluso i nostri team di medicina scolastica, psicologi e psichiatri. La consulenza si basa sulla di consulenza nutrizionale individuale, sullo sviluppo di piani di dieta, sull’educazione dei bambini, sul lavoro con i piccoli atleti, i giovani e gli studenti e per la terapia nutrizionale nelle malattie in cui il Dipartimento di sanità pubblica legami intensi con la comunità e tutti i cittadini.

Marijana Rajčević Kazalac

– Il dottor Basanić ed io abbiamo iniziato con la prevenzione delle malattie cardiovascolari con poster e volantini ed invitando i cittadini alle consulenze sulle sane abitudini alimentari, sull’attività fisica regolare ed abbiamo iniziato a fare le consulenze di gruppo. Eravamo diversi dagli altri centri siccome abbiamo emesso anche il valore emotivo, utilizzando un approccio psicologico. Abbiamo istruito le persone su come mangiare, affrontare l’attività fisica e come lavorare su se stessi perché abbiamo notato che le persone hanno usato il cibo come una strategia d’ affronto delle emozioni negative. Ora lavoriamo con 41 gruppi. Quando finiamo con il processo di perdita di peso, ci concentriamo sul modo in cui viene mantenuto.

Tina Benčić

– I fattori che influenzano il problema dell’obesità e dei disturbi alimentari sono veramente tanti, ed i nostri programmi di prevenzione stanno cercando di coprirne il maggior numero possibile. Per prevenire l’obesità nei bambini, organizziamo le lezioni per i genitori nelle scuole elementari in modo da renderli consapevoli di se stessi per poi trasferirlo ai bambini. Il problema di disturbi alimentari viene affrontato nell’attività con i ragazzi della seconda media superiore perché allora si trovano in una fase molto delicata. Il programma è ampio quanto è ampia la gamma di fattori che possono essere correlati all’autostima, alla sessualità e ai conflitti familiari.