Quanto ci credeta ai sogni? Nel suo nuovo singolo “Neostvareni san/ Sogno non realizzato”, l’educatrice Antonela Škuflić canta sul sogno nella sua giovinezza che è oggi la sua realtà. Nella realizzazione della canzone, è stata assistita dalla professoressa Ester Marin e nuovamente è presente la collaborazione con Zlatko Gotovac nella presentazione visiva di ciò che ci ha menzionato durante la nostra breve conversazione.

REALIZZAZIONE DEL SOGNO

– Il testo della canzone mi ha ispirato la simpatia verso uno dei miei amici. Era il mio sogno allora nascosto che oggi è diventato realtà. Ora sono molto felice di aver realizzato il mio sogno. Mi ricordo del periodo in cui ho scritto la canzone, specialmente quelle emozioni all’inizio. Sono contenta che l’amicizia possa crescere nell’amore. I bambini hanno sempre sogni. Sono pieni di immaginazione, sono giocosi. Da quando ho realizzato un sogno, nel mio lavoro con i bambini, sono più aperta e soddisfo meglio gli obiettivi. Quando un uomo è felice, splende e i bambini sentono l’energia positiva. Le persone a volte abbandonano i propri sogni, ma per ogni cosa, bisogna sognare, volerlo abbastanza, e visualizzarlo. In qualche modo penso che tutto sia possibile.

COLLABORAZIONE AMICHEVOLE

– L’amicizia è molto importante. Ognuno deve avere ILsupporto per quello che sta facendo, passare del tempo camminando e parlando, collaborando. Suono anche nel trio Veseli Istrijani, dove ci adattiamo ai sogni degli altri mentre suoniamo su matrimoni e varie occasioni.

AIUTO NELLA REALIZZAZIONE

– La canzone è come tutte le canzoni dell’album “Moj tac/Mio padre” in poesia, e la professoressa Ester Marin ha contribuito a riformulare le parole in modo che potessero adattarsi. Insieme abbiamo lavorato sulla musica dove mi ha fatto l’arrangiamento e poi ha creato uno spot con la foto fatta da Zlatko Gotovac. Collaborando con loro ho acquisito consigli utili con cui mi sono concentrato su alcune cose e ci siamo dati il sostengno nel corso di questo processo di creazione di una canzone in cui si può riconoscere ogni persona che si trova in una situazione simile.