Dicono che con una risata tutto ciò che non va scompare e tutto ciò che è buono cresce. Con questa filosofia o possiamo chiamarla sana abitudine, vive Igor Bernobić, il grande volto di Malvazija band.

La Malvazija band diverte il proprio pubblico ormai da dieci anni, e segue la teoria di come la risata risolve tutto che il pubblico ha accolto molto bene.

ESIBIZIONI SULLE BARCHE

– La mia carriera musicale è iniziata nel 1988 quando i miei genitori mi hanno iscritto alla scuola di musica. Con i miei tredici anni, ho iniziato a suonare sulla barca grazie ad Armando Krepčić e sto ancora suonando proprio grazie a lui. Ho suonato sulle barche per tre stagioni ed era molto interessante. Mi hanno messo al centro della barca, dove c’era una settantina di persone, e mi hanno fatto suonare le cinquanta canzoni che conoscevo a quell’epoca. Abbiamo iniziato da Valeta, poi da Parenzo, Brulo, Canale di Leme, Rovigno e ritorno. Ripetevo tutte le canzoni per due o tre volte. Mi sentivo come se fossi un divo in tutto questo, ero davvero bravo, e grazie a questo lavoro sono riuscito ad accumulare abbastanza soldi per comprarmi la mia prima macchina.

LA CARRIERA CON LA MALVAZIJA

– Dopo l’esercito, sono rimasto sulla terra e ho iniziato a suonare con Denis. Abbiamo suonato insieme per quattro anni, e sono passato ad un altro duo per poi continuare con la carriera musicale nel quartetto. Abbiamo scherzato e ho realizzato il testo, la musica e l’accordo per la canzone “Moj kume pjan/Il mio compare è ubriaco”. In breve tempo, la canzone è diventata molto popolare. Con questa canzone, ha iniziato a formarsi la Malvazija band. Siamo attualmente nel gruppo Robi, Luka, Natali ed io. Abbiamo sedici canzoni d’ autore e siamo occupati con molti spettacoli per matrimoni, feste popolari ed esibizioni speciali.

UMORISMO PROFESSIONALE

– L’umorismo sincero è molto redditizio nella musica. Faccio musica per trent’anni e sono professionale da 26 anni. Con tutte le scuole che ho passato e con tutte le mie canzoni fatte, non mi considero ancora un musicista. Sono un intrattenitore e uso un sacco di umorismo sia nella registrazione della canzone che nelle esibizioni pubbliche. È importante animare le persone. Quello che ho potuto notare è che le persone accettano più il gioco professionale con il quale la canzone non suona perfetta, ma è una vibrazione positiva. Tutti mi conoscono come Igor che ama ridere. Insegno ai miei figli di rispettare gli altri, ma anche di avere l’atteggiamento: “Just smile!”.