Dopo le vacanze, abbiamo tutti un paio di chili in più, e possiamo lasciare allora anche ai calamari la libertà di essere grassi e li riempiamo per bene, perché più grassi sono, più gustosi sono.

Pulite i piccoli calamari, salateli e metteteci del pepe, lasciateli stare un po’.

Pulite le patate, tagliatele a pezzetti e cuocete nell’acqua bollente e salata. Dopo dieci minuti aggiungeteci la bietola pulita e fatelo bollire per cinque minuti. Asciugatelo. Tagliate un intero aglio e cospargetelo con l’olio d’oliva, cuocetelo finché non cambia colore, aggiungeteci poi le patate e la bietola e versateci sopra 100 ml di vino e 100 ml di olio d’oliva e mescolate per bene.

Mettete in un calamaro vuoto un pomodoro ciliegino acido ed un dado di formagio, e riempite con il composto di bietola e collegatelo con lo stuzzicadenti. Fate questo con tutti i calamari e metteteli in una teglia riscaldata e versaci sopra 100 ml di vino. Coprite tutto con la pellicola d’alluminio e mettetelo in forno a 200 gradi per dieci minuti. Poi rimuovete la pellicola e rimettetelo nel forno per altri dieci minuti.

Servite con il resto delle bietole, e godetevi i calamari, il contorno ed il sugo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *