Siamo felici quando qualcosa che abbiamo osservato fin dall’inizio ha susseguito il successo, soprattutto se il successo ha oltrepassato le barriere del confine, come è stato nel caso di Ingrid Rojc e la sua collezione africana grazie all’astuto occhio di Eloisa Patat, la blogger spagnola che nel suo il sito ha presentato la designer istriana sia con l’articolo, che con le fotografie in cui indossava la creazione della collezione africana.

Abbiamo chiesto una breve recensione della popolarità sulla collezione africana direttamente alla sua creatrice.

CULTURA EUROPEA E AFRICANA IN UN COLLEGAMENTO

– Ho cercato di unire le due culture attraverso il mio design. Ho scelto il tessuto difficile da utilizzare, sia per il campione che per la struttura. Ho cercato di mostrarli più moderni, urbani e, soprattutto, indossabili, rimanendo fedele al mio stile.

MODO DI ESPRESSIONE DI VITA AFRICANO

– Non posso dire con esattezza se la gente ama il modo di espressione di vita africano, ma dopo il successo che ha avuto la mia collezione, posso dire di preciso che ci sono molte persone che sono disposte ad accettare le novità, uscire dagli stereotipi e apprezzare l’autentico. I miei clienti sono sempre il mio sostegno più grande. Nonostante la risposta positiva del pubblico riguardo la collezione africana, i tessuti di per sé mi rendono particolarmente felice e se ci sarà l’occasione, in un futuro, forse sorgerà un’altra raccolta africana. Ma assolutamente non rimango ferma. Come sempre cerco nuove sfide. Attualmente, sto preparando la collezione invernale, e già c’è l’idea per l’estate di abiti di seta, il cui tessuto è arrivato da Dubai e Thailandia.

COLLABORAZIONE CON ELOISA PATAT

– La collaborazione con la blogger spagnola, che è anche la moglie del campione di pallacanestro Federico Van Lacke, e costante ospite TV grazie proprio al suo sito, v’è nel momento in cui su Instagram la mia collezione africana ha catturato la sua attenzione. Svolgento il proprio lavoro di marketing a San Sebastian, ha pubblicato nel Story di Instagram la foto con il mio vestito e mi ha espresso il suo desiderio di collaborazione che ho accettato volentieri. Poco dopo, ha pubblicato un articolo su di me e ha presentato il mio lavoro sulla scena della moda spagnola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *