Dicono che la vela è uno sport maschile perché richiede una grande forza e controllo in circostanze ambientali. Ma Mare Milić ha confermato che le donne possono ottenere grandi successi nella vela.

Abbiamo parlato con un giovane velista dopo che quest’anno ha ottenuto il quarto posto nel Campionato Europeo per la classe Laser 4.7 in Grecia.

FAMIGLIA LEGATA AL MARE

– Ho iniziato ad allenarmi a 8 anni. Gli allenatori sono venuti alla scuola elementare e hanno distribuito i volantini a coloro che volevano unirsi alla scuola di vela. La mia famiglia è sempre stata legata al mare e attraverso papà siamo stati collegati con le navi, quindi ho deciso di provarlo. Dopo aver fatto gli allenamenti concreti, abbiamo iniziato ad andare alle competizioni e in qualche modo abbiamo imparato a separarci dai genitori e da tutto. È diventato davvero importante per me rilassarmi da qualche parte. Il successo più forte me è stato quest’anno quando sono arrivata quarta ai Campionati Europei, ma il mio preferito è stato nel 2012 quando ho vinto siccome in quel periodo abbiamo avuto una crisi perché il nostro capo allenatore ha lasciato il club ed era arrivato un nuovo allenatore che non conoscevamo, ma comunque sono riuscita a rilassarmi ed a semplificare tutto quello che dovevo fare quel giorno.

LIBERTÀ DI DECIDERE

– Ho la sensazione che quando vado al mare tutto il resto sparisce e posso rilassarmi e godermi le onde. Quando navigo, non c’è nessuno che mi parli di cosa devo fare, ma ho la libertà di decidere cosa fare in ogni momento ed in ogni campo.

UNA FORTE CONDIZIONE E FORZA FISICA

– La parte difficile dell’intera storia sono i preparativi che richiedono molto tempo. L’allenamento si svolge di Sabato e Domenica, ed accanto a loro ho l’allenamento di condizione tre volte a settimana e ci sono molte competizioni, e per questo devo essere molto ben organizzata perché devo anche mettere in sintonia lo studio con tutto il programma sportivo. Crescendo, ho notato che l’allenamento di condizione m’è sempre più importante perché vado verso le classi sempre più forti, specialmente ora quando sto entrando nella classe olimpica per le donne. Ho un grande sostegno dal mio allenatore Vedran Vrus. È stato lui a spingermi ad andare avanti. Per me è importante avere un allenamento fisico e una grande forza, perché quando siamo in mare potremmo essere lì per ben cinque ore.

DONNE NELLO SPORT A VELA

– La vela è uno sport difficile perché c’è molto sforzo sul vento e deve avere un alto grado di concentrazione. Alcuni lo considerano uno sport maschile perché gli uomini sono più forti, hanno una migliore costruzione fisica e possono sopportare lo sforzo e la pressione più a lungo e meglio. Nonostante questo, ci sono anche grandi risultati da parte delle donne, perché le donne certe volte si impegnano e si dedicano di più per mostrare il loro talento particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *